Avere fede

A volte vorrei avere meno tempo a disposizione per pensare, perchè se hai un cervello che PENSA hai una pistola carica e devi essere sicuro di saperla usare altrimenti rischi di ammazzarti. Ecco quindi che prende forma il concetto che certe menti sono caricate ad acqua ed altre hanno proiettili pericolosi, l’importante è non rivolgere mai l’arma contro se stessi… bè se è caricata ad acqua fate pure senza problemi.
Voglio specificare che non dico questo per una forma di “superiorità” di certe menti rispetto ad altre, assolutamente no, non esiste superiorità di nessuno rispetto ad un altro, solo differenti maturità animiche, lo dico perchè mi è partito un colpo, mi sono fatto male e ne sto pagando le conseguenze. Non vi dirò di più (per il momento).
Ma qui si innesta il topic di questo post, ed il ragionamento potrà sembrare duro da seguire. O blasfemo da parte dei benpensanti.
Partiamo da un assunto che potrebbe essere discutibile ma in cui mi sento di credere: “O hai fede o ragioni, non puoi fare entrambe le cose”. Ciò starebbe a significare che la fede sarebbe una prerogativa delle anime “semplici”, le quali, non avendo contezza dei reali segreti della vita, si affidano a qualcosa o qualcuno al di sopra di tutto, confidando nei suoi buoni uffici per ottenere ciò che desiderano più ardentemente.
Ma è davvero così?
Un mente razionale direbbe subito che sono cazzate senza senso, che lassù nell’alto dei cieli non c’è nessuno e che credere a certe favole raccontate da gente vestita di bianco o di nero con una croce al collo è pura follia. Ed io sono tra questi.
Ma è solo una questione di prospettiva. Non credo nei partiti politici, nel tifo calcistico, in ogni schieramento umano che affermi “o sei con noi, o contro di noi”.
Quindi se ragioniamo in termini religiosi (il termine “religione” deriva da “religare” che vuol dire legare, vincolare gli uomini sotto lo stesso culto), il concetto non mi sta bene, non mi va di farmi “religare” da nessuno, se non da una bella donna…
Ergo, se devo avere fede dovrei credere a tutto quello che mi raccontano, affidandomi ad un percorso già tracciato ed interpretato da altri sui grandi misteri della vita e sull’esistenza di Dio? No, grazie! Non è un Dio con la barba bianca che sta seduto su una nuvola incazzato e pronto a punire chi non si comporta come dice lui a cui credo.
Ma proviamo per un attimo a superare quelle interpretazioni, quelle bandiere religiose che fanno di qualcuno un cristiano, un ebreo, un musulmano, un buddista o un induista… ognuno di loro ha fede, crede in qualcosa che non può però essere così diverso come vogliono farci credere. Se Dio esiste non può essere che Uno e quindi le lotte sono inutili e dannose e servono solo a metterci gli uni contro gli altri e non è questo che un vero Dio vorrebbe.
Sarebbe vero se ragionassimo in termini di religioni, ma non è vero se andiamo oltre le bandiere e le stesse religioni perchè un Dio o qualcosa di simile ci deve essere per forza.
Quindi se mi offrite un Dio preconfezionato, chiavi in mano, che offre un pacchetto di “viaggio salvezza” nello stile “prendere o lasciare” non posso che mandare a fare in culo chi lo fa.
Ma qualcosa o qualcuno c’è, non è possibile che tutto sia frutto del caso, ce lo conferma la scienza che ha dimostrato che se, ad esempio, l’inclinazione del nostro piccolo pianeta fosse stata diversa di un solo grado, la vita non esisterebbe ed a questa variabile esemplificativa ne dovremmo aggiungere talmente tante altre, nella creazione dell’Universo, che le possibilità di esistere come esseri umani diventerebbero pari a zero.
Poi è venuta fuori, nell’ultimo secolo, la fisica quantistica che ha dimostrato il “collasso della funzione d’onda” stabilendo che la realtà esiste solo nel momento in cui la osserviamo, facendo collassare le infinite possibilità teoriche di ciò che potremmo sperimentare in una determinata situazione allorquando ce ne convinciamo…
Non mi addentro nel discorso perchè sarebbe troppo complesso e confesso di non capirlo appieno neanche io (fior di premi Nobel si stanno scervellando sul punto), ma allora stai a vedere che, se possiamo materializzare la nostra vita da un numero infinito di possibilità, siamo noi il vero Dio…

60 comments

  1. Sono nuovo sulla piattaforma (non ho grandi scopi, solo discussione), e cercando altri bloh italiani ho trovato questo post.
    Devo dire interessante come idea, anche se lo stile di stesura non è di quelli che preferisco.

    Riguardo alla questione religione e al rapporto con la ragione e la psicologia umana ti oserei consigliare (“oserei” perché dopo tutto non sono nessuno) un libro:
    L’Illusione Di Dio, di Richard Dawkins. E’ abbastanza comprensivo nell’argomentare contro alla religione in generale, e tratta anche nel dettaglio il come e il perché nascono, crescono e sopravvivono religioni. Un classico, neanche troppo lungo.

    Il mio primo articolo è una breve e ironica storia sui culti del cargo (https://it.wikipedia.org/wiki/Culto_del_cargo), ispirata appunto dal libro.

    Buona giornata!

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Dmitry, benvenuto nel mio piccolo spazio. Grazie per il tuo commento e grazie anche per il consiglio di lettura, credo proprio che lo leggerò. Mi piace studiare le religioni anche se non capisco come mai la gente possa fare le guerre ed uccidere i propri simili per un Dio che neanche conosce… un saluto e a presto!

      Liked by 1 persona

      1. Il libro parla anche di quell’aspetto! Fortunatamente è un best seller quindi è abbastanza probabile che tu lo possa trovare anche alla libreria locale.

        Cosa ne pensi invece della velocità con cui nascono e muoiono la maggior parte delle religioni?
        Dovrebbe far riflettere. Per questo prima ho menzionato i culti del cargo, religioni durate letteralmente pochi decenni.

        Ah ed essendo nuovo ovviamente ho parlato di un articolo senza linkarlo ahahaha
        https://illudoapunta.wordpress.com/2017/02/06/quasicultodelcargo/
        Se avessi voglia qualche volta sarei contento di leggere opinioni!
        Saluti!

        Liked by 1 persona

  2. Ops partito commento prima di completarlo…
    Dicevo che se davvero ci fosse questo Dio coloro i quali hanno scelto di donarsi completamente a lui non fanno altro che tradirlo ripetutamente .
    Credo che Dio sia giustizia,bene,adorazione e rispetto della natura che ci ha generati,nutriti,accolti e continua a farlo mentre noi non facciamo altro che minarla non rendendoci conto che di riflesso miniamo noi stessi.
    Credo nella fratellanza,solidarietà,rispetto e valore della vita e penso,come dicevi anche tu,che noi siamo parte di quel Dio,di quel tutto,di QUEL L’UNO dal quale proveniamo e al quale torneremo.
    Credo che se un Dio c’è davvero è uno soltanto,il nome non fa la differenza e volere imporre il proprio con violenza e sangue non fa altro che inabissarne concetto è valore.

    Liked by 1 persona

    1. Che dirti? Condivido tutto ciò che hai detto. Io non so cosa ci sia. So che c’è “qualcosa” che ha consentito che noi fossimo qui. Le probabilità della vita sulla terra, se si analizzano tutte le circostanze che l’hanno generata, sono praticamente pari a zero. Quindi un’intelligenza superiore esiste. Certo non è conforme all’iconografia becera e demente della Chiesa… mi piace leggere di religioni e devo confessarti che quella induista è quella che secondo me più mi si addice… 😉

      Liked by 1 persona

      1. Idem la penso come te sulla religione oppio dei popoli…
        Il dono, io la vedo/sento così, il dono non IN qualcosa ma nel senso di averla avuta, averla…non so se sono riuscita a esprimere.
        Da quel dono poi partono una serie di ”cose” …..

        Liked by 1 persona

      2. si….è qualcosa di inafferrabile…di non descrivibile e misterioso, quasi che i nostri sensi non fossero abbastanza evoluti per qualcosa del genere, altro che le cazzate delle religioni… da quel dono parte ciò che siamo davvero…

        Mi piace

  3. non so, io d’istinto sostituirei il termine “avere fede” con “avere fiducia”. In noi stessi e soprattutto negli altri, dare credito, non avere pre-concetti, tendere a una religione dell’uomo..un “rilegare” un uomo all’altro.
    ml

    Liked by 1 persona

    1. Ed io sarei d’accordo… una religione dell’uomo esiste da sempre. Ci sono milioni di persone “atee” che potrebbero essere santificate mentre continuiamo a sottostare a religioni assurde, misogine e crudeli che non hanno davvero nessun motivo di esistere se non per il tornaconto di coloro che le sfruttano detenendo un potere che di divino non ha davvero nulla… Un saluto!

      Liked by 1 persona

  4. Dunque…Giggino…Giordano Bruno per affermare qualcosa di simile nei suoi “eroici furori” fu mandato al Rogo…aveva evidentemente toccato un nervo scoperto… Ciò che descrivi, dico, è l’immanenza bruniana…ma io ci metto pure Blaise Pascàl che affermò consapevole la nostra fragilità dichiarandone, nella forza del pensiero, la natura divina…noi come Mattia Pascàl continuiamo a maledire Copernico ed oggi pure Eizemberg e i quantisti che ci hanno espulsi dal centro dell’universo mettendone in dubbio persino la natura materica…e allora? dobbiamo, accettare , divinamente, d’essere parte di un tutto in continua evanescente mutazione… Sia lode al dubbio vera lanterna nel cammino incerto della conoscenza.

    Liked by 2 people

    1. Caro Franz, Giordano Bruno è uno dei miei “idoli”, ho letto praticamente tutto su di lui ed ho apprezzato il tuo dicotomico pensiero sui “due Pascàl”… Non credo che a questo giro di giostra arriveremo ad una conclusione, amico mio, ma noi “sognatori” certo siamo più vicini alla realtà…se una “relatà” poi davvero esiste… 😉

      Liked by 1 persona

  5. Caro Gigi, hai scritto un bellissimo post.

    Per quanto riguarda, il discorso che noi siamo Dio hai perfettamente ragione e lo dice pure… la Bibbia.

    Nella Genesi sta scritto che siamo fatti a immagine e somiglianza di Dio quindi per la proprietà transitiva noi siamo effettivamente Dio.

    E sfruttando le leggi della fisica quantistica possiamo fare pure i miracoli.

    Liked by 1 persona

  6. Io ho conciliato scienza e religione.Una delle mie lauree é in Scienze Naturali,quindi vengo chiamata scienziata. Come religione sono con tutta l’anima una Druida. La mia religione,però,non impone niente:semplicemente segue i cicli della Natura ed insegna l’amore ed il rispetto per tutti gli esseri viventi. Studiando scienze ho avuto la conferma che anche le rocce sono vive,quindi….

    Mi piace

  7. E puntualmente vengo rapita dai tuoi scritti : tutti molto mentalmente stimolanti, e la mia mente adora essere stimolata.
    Mi trovo d’accordo con le tue considerazioni e mi ritrovo dalla parte di chi pensa troppo, avendo una pistola fin troppo carica puntata spesso contro.
    Non ho fede e non voglio averne.
    Un pò per scetticismo e un pò per il profondo odio che nutro al sol pensiero di poter essere omologata.

    Liked by 2 people

    1. Ed io già lo sapevo…grazie per il bellissimo complimento, il solo fatto di trovare una persona che viene stimolata dalle mie folli elucubrazioni mi da una enorme soddisfazione e fiducia nell’intero genere umano. Potrei dire che siamo dei “pistola” che si fanno male da soli, ma se vogliamo essere indipendenti un certo prezzo lo dobbiamo pagare, no? 😉

      Liked by 1 persona

      1. Jasmin, se hai una pistola ti senti al sicuro perchè credi che nessuno potrà farti del male…poi il male ce lo facciamo da soli… 😉 lassa sta quella pistola ed affronta la vita a mani nude… 🙂

        Mi piace

      2. A mani nude pensi cambierebbe qualcosa? Pensi che non saremmo più in grado di farci del male da soli?.
        Comunque, hai scritto pure Jasmin senza e…non è che niente niente mi conosci davvero? 😂 chi sei? Palesati! Ahahahahhahahahahaha

        Liked by 1 persona

      3. cambierebbe che se mi dessi un cazzotto in faccia non farebbe gli stessi danni di un colpo di pistola… 😉 ma non è che niente niente ti conosco davvero? ahahahaha una “e” può fare la differenza… e se anche io fossi uno, nessuno e centomila? 🙂

        Mi piace

      4. Cazzo te ne sei accorto.
        Ed io che tentavo di nasconderlo!.
        Quasi quasi inizio a crederci che anche tu sei uno nessuno e centomila!.
        ( dopo il primo commento serio misà che sono un pò finita a ” sproloquiare”…😐)

        Liked by 1 persona

      5. una come te gira sempre con il colpo in canna…tutti noi siamo uno nessuno e centomila…io volteggio tra commenti seri e cazzate immani, quindi anche qui sei in buona compagnia…. 🙂

        Mi piace

      6. Ma sei uno psicologo di professione per caso? No, spiegami.
        Non è la prima volta che trai conclusioni e per giunta corrette su di me!.
        Quindi o sono terribilmente scontata come persona, o qualcosa non mi torna…

        Mi piace

      7. sono un ex avvocato, che ha smesso per rigetto. Per alcuni mi riesce di “intuire” certe cose ma non so neanche io perchè… per altre, che mi sono anche molto più vicine continuo a non capirci nulla…la spiegazione la vorrei sapere anche io…e non credo affatto che tu sia scontata perchè nessuno ti ha mai detto una cosa, simile, anzi forse è vero proprio il contrario… 😉

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...