infinito

Stelle

A volte capita, in una notte limpida, di alzare gli occhi al cielo e guardare la volta stellata. Viviamo quasi sempre di giorno ed abbiamo lo sguardo fisso davanti o verso il basso, mai verso l’alto. Chi ha lo sguardo rivolto al cielo è giudicato un distratto, un sognatore distaccato dalla realtà, un tipo con la testa tra le nuvole.
Ma quanto si perde della vita non alzando gli occhi al cielo?
Tutte le grandi opere architettoniche tendono verso l’alto, mai verso il basso, così come l’aspirazione dei desideri e della nostra anima tende verso traguardi più alti. Restare incollati a terra non ha mai significato evoluzione.
Le regali aquile volano alte, poche e sole ma godono di cieli azzurri e vista unica. I polli restano a terra, e si sa che fine fanno.
E’ meraviglioso guardare le stelle, ti rapiscono e ti danno un senso di infinito e di mistero che ti fa sentire piccolo piccolo, ma noi siamo fatti della stessa sostanza di quei giganteschi ammassi di energia che ci sembrano così piccoli alla vista e la cui luce ci arriva sfasata di millenni.
Guardate sempre alle stelle, perché, come diceva Oscar Wilde, “Siamo tutti nati nel fango, ma alcuni di noi guardano alle stelle”.