I sogni

Il sogno di stanotte mi ha proprio lasciato interdetto…se volete, in un altro post ve lo racconto…sarei curioso di sapere i commenti…

I sogni sono un argomento che ha sempre affascinato gli uomini, una caratteristica che ci accomuna tutti quanti ed a cui, dopo millenni, non sappiamo affatto dare una spiegazione.

Non solo, ma non sappiamo neanche cosa siano queste rappresentazioni della nostra mente, che, mentre siamo addormentati, viene lasciata libera di vagare in luoghi più o meno conosciuti, con persone anch’esse più o meno conosciute, vive o già morte e dove le leggi della fisica, lo spazio ed il tempo sembrano sovvertire ogni regola così come la conosciamo.

Eminenti scienziati come Sigmund Freud, grandi filosofi o gente comune ha cercato di dare una spiegazione razionale, c’è chi ha associato i numeri ai sogni, chi ha cercato di vedere un certo grado di premonizione del futuro prossimo o venturo, ma sta di fatto che il sogno è una “realtà” di cui non conosciamo nulla. Si, una realtà perchè in quei momenti siamo noi e la nostra mente, in un modo non molto diverso dalla vita “consapevole”, il protagonista non cambia, cambiano solo le regole dello scenario. In un sogno puoi essere vecchio o bambino, puoi volare o camminare sull’acqua, puoi fare un picnic con qualcuno che non è più su questa terra, puoi cavalcare un drago o combattere la guerra delle Termopili…non c’è limite a quello che puoi fare in sogno e sei sempre tu.

Mi chiedo cosa succeda alla nostra mente quando dormiamo, quando è lasciata libera di vagare senza le limitanti convinzioni della vita da “svegli”, tenendo anche conto che rappresentano quasi un terzo della nostra intera esistenza. Non possono essere “inutili”.

Le teorie sono tante e non so dire quale può essere quella esatta, forse nessuna, e quindi i sogni restano ancora oggi uno dei misteri irrisolti della nostra vita. Abbiamo messo piede sulla luna, abbiamo mandato sonde in giro per l’intera galassia ma ancora non sappiamo dove va la mente quando dormiamo nel letto di casa nostra…

35 comments

  1. Freud li definiva “la via regia per l’inconscio”, nonché la strategia mentale per appagare un desiderio latente!. C’è chi coraggiosamente è disposto ad accedere nei meandri più oscuri dei propri desideri e chi, più cauto, al risveglio, lascia spazio alla censura onirica e con un bel caffè si lascia tutto alle spalle!!

    Liked by 1 persona

  2. fortunatamente che non sappiamo dove va la nostra mente , la vorremo seguire , consigliarla …e la nostra anima non potrebbe mai liberarsi , non si potrebbe mai svegliarsi con stelle nei gli occhi sperando ritornare su questa scala arc en ciel la prossima notte …

    Liked by 1 persona

  3. A volte mi ricordo bene dei miei sogni sopratutto quelli che mi stressano 😦 ma quelli belli raramente, e quando mi ricordo rimango sempre triste per il fatto che il sogno era cosi bello quasi meglio della vita giornaliero.. A volte penso forse sono i sogni belli la vera vita e la vita vera solo un incobu…

    comunque io non mi lamento anzi ho veramente una felice e serena vita… buona giornata caro Gigi 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...