Tempo libero

Al giorno d’oggi pensiamo che la schiavitù sia stata abolita, ma forse è stata solo sostituita da un’altra forma più sottile ma non meno costrittiva: l’assoluta mancanza di un rapporto con noi stessi. Se non abbiamo qualcosa da fare, ci sentiamo persi.

Quando l’essere umano perde il rapporto con se stesso, nei momenti di libertà si ritrova in compagnia di un estraneo. Si può essere padroni di case, barche, industrie o ingenti conti in banca ma non si è padroni di se stessi.

Ciò perchè in tutta la vita si cerca di coltivare forsennatamente attività e relazioni esterne per arricchire il patrimonio esteriore, trascurando quello interiore. E così quando un uomo ha tempo libero a disposizione si sente un buono a nulla, si annoia mortalmente ed è di peso a se stesso. Lo definisce “tempo perso”, non sa che fare nei “tempi morti” e cerca qualcosa per “ammazzare il tempo”. Tutte connotazioni negative.

Seneca diceva: “L’unica cosa veramente nostra che la natura ci ha dato è il tempo. Un bene sommamente fuggevole che noi ci lasciamo togliere dal primo venuto. Non è vero che non abbiamo tempo, la verità è che ne sprechiamo molto“.

19 comments

  1. … tornando al discorso “figli”… purtroppo tendiamo a riempire in modo spropositato il loro tempo, e non insegniamo loro a provare a non fare nulla, dal fare niente la mente può far nascere cose meravigliose…
    ho letto un articolo bellissimo ma non ricordo l’autrice che parlava dell’importanza del lasciare che i bambini si annoino… ” di noia, non è mai morto nessuno!” 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Concordo in pieno Tati! la mente genera il meglio quando è rilassata…ma un’idea come la tua nella vita dei ragazzi di oggi sarebbe un’eresia. Purtroppo alla noia è subentrato il rincojonimento da videogames…ahimè, ma resto un inguaribile ottimista sul futuro… 😉

      Mi piace

      1. spesso dipende dalle persone più che dai posti. E bisogna anche trovare terreno fertile…tu, per esempio, hai creato una bella storia da un “banale” gomitolo… 😉

        Mi piace

      2. Il terreno fertile.. Un pochettino lo crei anche da solo… Come per l’orto: puoi piantare a casaccio e occupartene quando capita… Oppure mettere il giusto concime e accudirlo… Quello che ne esce sarà differente

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...