Leggere

E’ meraviglioso e magico perdersi tra le righe di un libro stampato. Accarezzarne le pagine, sentirne la consistenza magari sottolineando con un vecchio lapis spuntato quelle frasi che colpiscono l’animo, che senti tue come se il suo autore stesse davvero parlando a te in quel momento. Annusare quell’inconfondibile odore di stampa e inchiostro, lasciando libera la mente nei luoghi e nelle idee del contesto, immaginandoseli come se fossi un invisibile spettatore invitato a quello spettacolo.
Leggere quelle parole e poi chiudere gli occhi per rivivere, in modo del tutto personale ed irripetibile, le mosse e i luoghi dei protagonisti, i loro sguardi, le loro sensazioni. Le parole scritte sono armi potenti in grado di toccare le corde dei sensi e creano nella fantasia luoghi e personaggi facendoteli immaginare, amare o odiare come se fossi lì. E’ meglio di un film, un film lo puoi guardare solo passivamente, è lui che detta i tempi e tu sei uno spettatore passivo, non ti da il tempo di riflettere. Un libro no, ti fermi, vivi e rivivi il momento anche se sei imbrigliato da quel filo irresistibile che un’abile mente ha già tessuto e che ti trascina verso l’inaspettato o prevedibile finale.
In un libro il tempo non esiste, è solo una traccia immobile che ti trasporta in ogni epoca del passato o del futuro, che ti fa essere presente ad eventi storici reali o fittizi come se potessi saltare in mille universi paralleli, abitati da maghi con la bacchetta, da draghi, da innamorati folli o da spietati assassini. Un libro è la realizzazione pratica delle teorie della scienza più moderna.
Un bel libro è un biglietto per un viaggio di sola andata che intraprendi nella tua mente, in cui sei libero di scandire le tappe e che, quando arrivi all’ultima pagina del viaggio, ti lascia l’amaro in bocca come una bella vacanza che si conclude o come un vecchio amico che ti lascia.

71 comments

  1. Non tutti i libri però sono belli o fanno pensare. Ci sono libri per esempio che ho abbandonato dopo poche pagine. Se un libro non mi piace lo metto via senza rimpianti. Quando un libro invece ci piace, come ben scrivi nel tuo post , è vero che lo lasciamo ma poi possiamo ritrovarlo, proprio come succede con un vecchio amico che rivedi dopo un po’ di tempo.

    Liked by 1 persona

    1. Ah ma direi che la maggior parte dei libri andrebbe bene per il camino…pensa alle miriadi di biografie di attori, calciatori, starlette, maghi, nani e ballerine…se il mio gatto sapesse leggere gli verrebbe l’ulcera… credo che con i libri, come con le persone, devi avere “intuito” e saper scegliere 😉 Ciao e benvenuta!

      Liked by 1 persona

  2. Adoro i libri!!!!! :-))) Tra un po’ uscirò io di casa per far posto a loro ^________^
    Mi piacciono così tanto e per tutti i motivi che hai descritto così bene, che ne ho scritti tre, due romanzi e uno di racconti.
    Il cartaceo è incomparabile; il profumo della carta è buooooooonisssssssimo :-))))))
    Ciao Simo!!!!!! Passa una bella giornata ^_________^ ti abbraccio :-)))

    Liked by 1 persona

  3. ciao Gigi !!! proprio proprio proprio … pensarlo, sceglierlo, aspettarlo, desiderarlo, contemplarlo, toccarlo, sfogliarlo, annusarlo, tutti con un proprio profumo….. passare gli occhi tra le righe … tornare indietro, trattenere il respiro leggendo alcuni pezzi….. non finisco più ! Hai scritto alla grande Gigi !!! Condividissimo 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Spesso è il libro che sceglie noi…
    E sono sicura che tra me e il libro che sto leggendo si instauri una bellissima storia d’amore sensuale… ognuno di noi trova una porta x entrare dentro al romanzo che legge… e ci fa fare certi viaggi…
    Bello annusare e accarezzare le pagine… tornare indietro, poi di nuovo avanti… io lo vivo il libro…
    Ci son quelki che rimangono con noi per sempre e ci lasciano un buon sapore in bocca… come gli amici piu cari…
    Vuoi leggere come andrà a finire, ma poi quando termini ti dispiace…. eh ma se un libro ti è entrato dentro…
    E tornerai a leggerlo…

    Liked by 1 persona

  5. Sono d’accordo con tutto quello che hai scritto. Io venero i miei libri. Mi piace sfogliarli, leggerli e rileggerli e odorarli. Ognuno di loro rappresenta un momento della mia vita come e meglio di una fotografia. Non mi pento mai dei soldi che spendo in viaggi e libri. Ogni volta che finisco di leggere una storia provo una nostalgia pazzesca per i personaggi, come se li avessi salutati per poi partire. Ogni libro è un viaggio incredibile, meglio di una droga perché non ha effetti collaterali anche se crea una notevole dipendenza! Laura

    Liked by 1 persona

      1. Ho libri in due case che sono ubicate in regioni diverse e dopo anni di traslochi ho deciso di iniziare una nuova libreria nella casa nuova. Questo mi provoca molta sofferenza. Sicuramente saprai capirmi. Laura

        Liked by 1 persona

  6. Ciao Gigi, grazie a Laura ti ho ritrovato… anche io preferisco il libro del film da più possibilità di integrare i propri immagine e pensieri, anni fa ho letto il libro Krabat poi quando ho visto il film sono rimasta delusa … perciò preferisco i libri.. lascio qui un mio abbraccio Rebecca 😉

    Liked by 1 persona

  7. hai detto verità che solo un lettore vero e instancabile riesce a comprendere fino in fondo, sicché non solo approvo, ma aggiungo che un libro (quoto per il cartaceo accompagnato dall’immancabile lapis) non ti immerge solo in mondi, epoche o situazioni a cui non avresti mai pensato, un buon libro ti fa conoscere la “mente” del suo autore, ti propone domande, fornisce risposte e incuriosisce a scoprire dell’altro… insomma spinge a meditare.
    Son certa che sei d’accordo con me… ^_^

    Liked by 1 persona

      1. Certe volte so essere crudele…e se vuoi vedere ancora vivo il tuo angelo custode mandami un sorriso altrimenti ti mando le sue ali una piuma alla volta…ahahahahah

        Mi piace

  8. Mi sento capita! Io ho cominciato a leggere e scrivere a 4 anni tanto é sempre stata la mia fame di lettura. Ne divoro di media 2 al mese e la mia casa sembra un po’ il labirinto di libri descritto da Zafón:ho stanze interamente ricoperta di libri! Mio marito é disperato…..

    Liked by 1 persona

  9. L’ha ribloggato su Laura Parisee ha commentato:
    Non posso far a meno di riebloggare questo articolo dell’amico Gigi. l’ho già commentato sul suo blog dicendo che amo quanto ha scritto…
    Molto gentilmente lui mi ha concesso tutti i diritti… Leggendo il suo articolo mi è sembrato come se lo avessi scritto io, perchè concordo in ogni parola, in ogni virgola, in ogni puntualizzazione in tutto quanto. Per me che amo scrivere, ma amo anche leggere, e i libri di carta sono da sempre e per sempre (non me ne vogliano i miei editori, sopratutto quello che mi edita solo in formato elettronico) i miei preferiti, questo articolo è davvero il miglior modo per promuovere la lettura, per far capire al mondo come noi lettori ci sentiamo quando voltiamo le pagine di un libro, e a volte a malincuore far loro la classica orecchia perchè manca il segnalibro… (per fortuna io porto sempre con me il mio segnalibri… un bel cuore… mi sembra adattissimo per l’amore che ho verso i libri) di come sia meraviglioso lasciarsi cullare dalle parole che danzano davanti ai tuoi occhi! Il suo articolo mi sembra miglior promozione pubblicitaria per un libro! Grande Gigi!!!

    Liked by 1 persona

  10. Gigi, dimmi come posso esimermi dal commentare questo tuo articolo che amo alla follia?

    Devo assolutamente copiartelo, leggendolo mi sembra come se lo avessi scritto io, perchè concordo in ogni parola, in ogni virgola, in ogni puntualizzazione in tutto quanto. Per me che amo scrivere, ma amo anche leggere, e i libri di carta sono da sempre e per sempre (non me ne vogliano i miei editori, sopratutto quello che mi edita solo in formato elettronico) i miei preferiti! Voltare le pagine, a volte a malincuore far loro la classica orecchia perchè manca il segnalibro… è meraviglioso! Il tuo articolo mi sembra miglior promozione pubblicitaria per un libro! Grande!!!

    Liked by 1 persona

    1. Grazie Laura! E’ bellissimo ciò che hai scritto, davvero. Ti cedo tutti i diritti pubblicamente… 🙂 credo che chi ama la lettura come noi possa condividere certe sensazioni…poi ci si adegua ai tempi ed anche io ho il mio Kindle… 😉 Un bacio!

      Liked by 1 persona

      1. ecco, penso che anche tu, ancora prima del titolo ti faccia tentare dall’odore che si sente dalle pagine che sfogli sotto il naso…. che non è solo l’odor del nuovo, ma del sudore, del pensiero, delle dita tremule e della foga in petto di chi crea un opera… 🙂

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...