Tecnochiesa

Ormai è noto a tutti che la Chiesa sta perdendo colpi ed è in caduta libera. Quando regnava l’ignoranza ed internet era soltanto un’utopia, i preti potevano raccontare tutte le balle che volevano e venivano creduti e temuti perché ti vendevano la cazzata che potevano decidere loro se mandarti all’inferno o in paradiso.
Oggi, con l’avvento delle nuove tecnologie e con la diffusione di una cultura sempre più accessibile a tutti, quelle baggianate non reggono più, ed ecco che disperatamente cercano di adeguarsi ai tempi con trovate che, secondo il mio modesto parere, hanno del ridicolo.
Iniziamo con la “direct line” col paradiso, una linea telefonica dedicata ai peccatori. Tutti i propri segreti confessati via telefono ad un discreto operatore.
Cosi’ una calda e confortevole voce accoglie il peccatore:
“Buongiorno e benvenuti al Filo del Signore, questo servizio vi permette di riconoscere i vostri peccati davanti a Dio e ai fratelli, se volete, e preparare il vostro cuore a ricevere la grazia divina… Per confessarvi premete 2”.
Non sto parlando di uno scherzo o di una provocazione, ma di una linea telefonica dedicata alla confessione aperta in Francia da una società specializzata.
L’iniziativa, comunque non avallata dalla Chiesa ufficiale (ma neanche condannata), propone ai cattolici di confessarsi senza dover necessariamente ricorrere ad un confessionale, al quale pero’, avverte il disclaimer nel sito, non si sostituisce, avvisando che in ogni caso, si tratta di una confessione non sacramentale: non si e’ in presenza di un sacerdote e l’assoluzione, naturalmente, non può essere data. Questo servizio e’ essenzialmente solo un aiuto alla preghiera.
Preghiera il cui costo varia a seconda se si accede al servizio piu’ economico (0,15 centesimi di euro al minuto) o a quello più costoso (0,34 centesimi al minuto); in ogni caso il 40% dell’incasso, e’ scritto nel sito, verra’ devoluto ad una non specificata organizzazione umanitaria. Ma dai…
Composto il numero, la calda e confortevole voce citata in precedenza avvisa gli utenti che per i peccati “gravi e mortali” e’ necessario confidarsi con un sacerdote vero (ergo, loro sono taroccati), perchè è l’unico che può aiutare e concedere loro il sacramento della riconciliazione.
I peccatori, premendo il tasto 1 potranno ricevere consigli utili per la loro fede, premendo il tasto 2 potranno confessarsi e premendo il tasto 3 potranno ascoltare i consigli registrati dagli altri utenti. Poiche’ ognuno e’ libero di fare la sua confessione pubblica registrando la sua dichiarazione dopo essersi pentito, il servizio garantisce a coloro che rifiutano, che le loro parole non verranno registrate o conservate.
Ma non è finita… sullo store di Apple, alla modica cifra di 2,29 Euro troverete (provare per credere), l’app Confession, che guida il peccatore verso il confessionale più vicino.
Insomma si possono raccogliere e leggere le brochure con orari e indirizzi delle funzioni religiose, ricevere in real time le notizie condivise dalla comunità, prenotare la confessione.
Insomma, le vie del Signore sono infinite, ma anche le cazzate della chiesa sembra non abbiano mai fine…

52 comments

  1. Ma che storia, Simo!!!!! Mi sa che ne invento una anche io :-))))))) Non lo so che cosaaaaaaaa , ma dammi il tempo ehehehehehehehehe e ci faccio una App che llevete!!!! ^_________________^
    Non si può sentire!!! …

    Liked by 1 persona

    1. Crea la Normapp… Alla modica cifra di 2 Euro si accede ad uno sconfinato repertorio di ricette in versi, diversificate a seconda del territorio di provenienza della ricetta, del tipo “Ppe fà la vita meno amara, te insegno a fà la carbonara”… 🙂

      Liked by 1 persona

  2. questa sì che è una Mandrakata coi controfiocchi, creare una banca dati sui peccati altrui incassando pure soldi, il mondo è proprio pieno di boccaloni, facile fare business se si è un minimo spregiudicati. C’è un aspetto psicologico molto importante e realistico, chi paga per confessarsi tende a dire il vero, sono quei centesimi che disarmano e rendono sinceri, valorizzano l’azione, subdoli ma efficaci meccanismi che agiscono sull’inconscio.

    Liked by 2 people

    1. Infatti caro Tullio hai colto il centro vero del problema. Fare soldi sulla “boccalonaggine” della gente sfruttando la chiesa, la quale neanche interviene per condannare queste iniziative, quando ci sarebbero gli estremi pieni della truffa. Non credi che abbiano le mani in pasta anche loro? 😉

      Mi piace

      1. che la chiesa abbia le mani in pasta a livello di creazione, programmazione e attivazione del business magari no, sicuramente in questa fase storica in cui il vaticano perde clienti in continuazione, tutto potrebbe contribuire alla pesca a strascico di nuovi utenti.

        Liked by 1 persona

      1. Prova ad andare a vedere quel sito lí: Verginedegliultimitempi: trovi di quelle perle….Lo sapevi che esiste un demone per ogni male? C’è perfino quello della stupidità e quello delle emorroidi! Ho riso talmente tanto che poi mia figlia ha bevuto il latte gassato 😄

        Liked by 1 persona

  3. pensa a quelli che ci credono…e sicuramente ce ne sono tanti…l’umanità è stolta, senti questa chicca politica: per l’italico popolo il politico più carismatico è berlusconi, che dovrebbe stare in galera da venti anni…buona giornata gigi

    Liked by 2 people

  4. Beh anche qui mi viene da commentare: amarezza very! Ma come se fa?!
    Che poi, se devo essere sincera, a me questa cosa della confessione non mi ha mai convinto infatti mi sono confessata solo per fare la comunione.
    Il mio ragionamento è sempre stato molto semplice: ma perché devo raccontare ad uno sconosciuto i fatti miei? Al massimo parlo direttamente con chi sta la su e ce la vediamo tra me e il divino, no? Poi aggiungo: ma come fanno a determinare quanto sono peccatrice? Mica è banale ‘sta cosa. No mi dispiace, io alla confessione non ci sto!
    Dopo Crozza che faceva Papa Francesco che portava a casa dei fedeli il nuovo frigorifero, ora neanche esci di casa che ti puoi confessare. Mi sembra proprio il caso di dire: santa pace!!!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...