Riflessioni

Avete mai osservato l’incredibile coesione ed armonia del volo sincronizzato degli stormi di uccelli nel cielo? O quei banchi di pesci dove ogni singolo sembra coordinato alla perfezione con gli altri come se fossero tutti guidati da una singola mente? Sono costituiti da molte decine di migliaia di elementi ma assumono forme assolutamente armoniose, si aprono e poi si ricompattano in una danza vitale che noi uomini facciamo fatica a comprendere.
Sia pesci che uccelli non sono “guidati” dai segnali di un “capo-formazione”, sarebbe impossibile effettuare certi movimenti sincroni e continui su input di segnali acustici o visivi. Allora come si spiega?
E’ possibile che sia la manifestazione in natura di un fenomeno per ora verificato solo negli studi di fisica quantistica sull’infinitamente piccolo? Sto parlando dell’entanglement, qualcosa di cui siamo venuti a conoscenza nei laboratori ma che potrebbe essere uno dei pilastri delle leggi della natura.
Questo “intreccio” potrebbe avere manifestazioni palesi anche nel mondo macroscopico e soprattutto in quello psichico. Gli animali lo usano abitualmente, noi no.
Ci troviamo spesso di fronte ad un fenomeno che opera su vasta scala e che ci mostra palesemente in che mare di ignoranza abbiamo vagato per secoli ed in cui andiamo ancora alla deriva.
Ma è tutto normale se ci rendiamo conto di vivere in uno stadio di civilizzazione e di evoluzione di coscienza e conoscenza scientifica che si trova ancora in una fase molto arretrata. Non si può negare che si siano fatti grandi progressi tecnologici, siamo riusciti a gettare uno sguardo in zone inesplorate dell’universo infinito, abbiamo l’intero pianeta in una comunicazione simultanea in ogni momento, siamo arrivati a mettere piede su pianeti lontani (anche se considerare “lontana” una distanza nell’ambito del nostro sistema solare è come mettere un piede oltre la soglia di casa rispetto alle dimensioni dell’Universo), stiamo muovendo i primi passi nella manipolazione genetica, ma l’errore che si è fin qui compiuto è stato quello di concentrarci esclusivamente sul mondo della materia, ciò in cui viviamo e sopravviviamo. Abbiamo imparato a riempire smodatamente il nostro stomaco, cerchiamo piaceri impossibili nella nostra ingordigia di accumulazione del denaro, e siamo talmente presi dalla nostra forsennata ricerca del piacere e delle brame di potere che ci siamo completamente dimenticati della natura duale dell’universo: mente e materia, che interagiscono perennemente tra di loro, con una netta predominanza della prima sulla seconda. Forse crediamo di dominare la materia ma siamo dominati dalla mente e quindi siamo schiavi di qualcosa che la stessa mente potrebbe aver creato. L’entanglement quantistico, quella comunicazione biologica dei pesci e degli uccelli di cui ho detto prima, la telepatia, la telecinesi, e tutto ciò che coinvolge la psiche, lo abbiamo considerato una anomalia di cui non parlare, ma esiste ed è la dimostrazione di un regno metafisico che non riusciamo a comprendere e spiegare per cui lo neghiamo. Ma è fisica, non metafisica. E’ la parte sommersa di un iceberg che solo adesso stiamo iniziando ad intravedere e che ci porterà a scoperte inimmaginabili, un “risveglio” dopo un torpore durato migliaia di anni in uno stato di ibernazione che sembrava non finire mai.
Qualcosa di davvero grande governa la nostra realtà. Nei secoli gli uomini lo hanno chiamato “Dio”, in mille modi diversi, perchè tale realtà la sentiamo ma non la capiamo. Ma la strada è aperta ed abbiamo cominciato ad intravedere che possiamo unire quel “sentire” al “capire” certe dinamiche che fanno parte di una realtà vastissima che pervade l’universo intero.

56 comments

      1. Magari tesô! Eccccerto che dopo il begroni io ci capisco molto eh…. Vedrei tre gigggggini attorno a me! Potrebbe pure esser piacevole, peró dell’entanglement capirei ancor meno!

        Mi piace

    1. Grazie caro Federico! Tanta serenità anche a te… Infatti abbiamo le stesse convinzioni…io sono uno che si è sempre chiesto il funzionamento di tutto…stavolta la strada è quasi impercorribile, ma mi basta anche provarci…😉

      Liked by 1 persona

    1. E a me fa piacere ritrovare te e tanti amici che non conosco di persona ma sento molto vicini… cercherò di essere più costante come presenza perchè tu e molti altri mi avete dato molto con i vostri commenti ed i vostri scritti… Auguri anche a te!

      Liked by 1 persona

    1. Ciao Vanina! Hai ragione, in questo ultimo periodo sono poco costante ma sto studiando molto…finalmente cose che mi piacciono e voglio condividere certi pensieri anche qui. Grazie per essere passata, Buona Pasqua anche a te ed alla tua famiglia.. 🙂

      Liked by 2 people

  1. Oooohhhh Bentornato! Sei mancato!😊 E tutta questa popò di riflessione ti sarebbe scaturita dall’osservazione di uno stormo di uccelli? Hai parlato di vita, comportamenti, fisica e metafisica e infine di Dio.
    Praticamente di tutto in poche righe, quando c’è gente a cui non basta una vita intera per riflettere ed arrivare ad un quarto di questi pensieri. Beh certo, sono da approfondire e stra-approfondire… E ora, sul più bello, non dirmi che sparirari ancora dal blog!😊😊😊
    Bravo! Ciao. Auguri di buona Pasqua a te ed ai tuoi cari.

    Liked by 2 people

    1. Ciao Nadia! Grazie… Sto cercando una certa costanza, ma quello che sto scoprendo attraverso i miei studi e le varie riflessioni mi sta facendo molto riflettere. Mi ritrovo ad essere come un bambino assetato di conoscenza, ma quella vera. E sono contento di leggere persone come te che ne traggono spunti riflessivi. A costo di sottrarre ore al sonno cercherò di essere più costante come presenza anche qui.. Un bacio grande!

      Liked by 1 persona

  2. L’affermazione che scrivi stranezze non mi trova d’accordo.
    M’incanto ogni volta sui tuoi post e quando mi allontano capisco di aver letto pagine di grande spessore.
    Grazie per condividere i tuoi pensieri, le tue riflessioni.
    Buona Pasqua, un caro abbraccio
    Affy

    Liked by 2 people

    1. Ciao Affy…mi hai detto una cosa molto bella. Sempre più spesso mi ritrovo a studiare e fare riflessioni su ciò che mi circonda e su quello che credo sia davvero importante per la conoscenza. Allora mi scatta la voglia di mettere per iscritto certe conclusioni, ben consapevole che alcuni potrebbero trovarle un pò astruse. Ma vedo che ci sono tanti altri che a loro volta ci riflettono e proseguono dando il loro apporto sulla strada della conoscenza… Buona pasqua a te mia cara, un bacione!

      Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...