Metatron

Sul pianeta Metatron, a più di 10.000 anni luce dalla Terra, si continua a monitorare il preoccupante sviluppo di questo piccolo ma prezioso astro, necessario all’equilibrio dell’intera galassia ed il consiglio dei 100 saggi di quel pianeta, preoccupato dell’andazzo degli affari terrestri di cui erano incaricati, di concerto con l’Assemblea intergalattica, decide di mandarci alcuni inviati. L’insediamento al potere di certi personaggi in alcuni Paesi chiave, tra cui l’Italia, era un campanello d’allarme che non poteva più essere ignorato.

Il governo di un Paese è cosa seria e quindi all’ennesima pornostar, mafioso di quartiere e cantante neomelodico ad aver conquistato uno scranno in parlamento, si era deciso di prendere provvedimenti.

Metatron, strutturalmente quasi un gemello della Terra, a parte le dimensioni maggiori e due continenti e tre oceani in più, è un pianeta tra i più all’avanguardia nello sviluppo interstellare, ed i suoi abitanti, quasi del tutto simili agli umani, ma molto meno cazzoni, hanno rinunciato da milioni di anni alla politica ed alle bassezze inutili e distruttive di cui ancora soffre la Terra, la quale, invece, è agli inizi della sua evoluzione, per cui il suo invisibile controllo è stato affidato proprio a Metatron, allo stesso modo in cui un bambino piccolo viene sorvegliato dai suoi genitori.

Su Metatron gli abitanti, per comunicare tra loro, usano la mentalica, una scienza che ha affinato doti innate quali la telepatia, per cui non c’è più bisogno di comunicazione verbale che per millenni ha dato luogo a fraintendimenti, guerre, menzogne e clamorosi vaffanculo ed apprezzamenti sulle rispettive sorelle ai semafori. Su Metatron non esistono neanche più i semafori.

Fu così che si decise di inviare il saggio Ysingrinus a mettere un pò d’ordine su quel pianeta, accompagnato dal suo fido collaboratore Olotacovva. Non sapendo come iniziare a comunicare con i terrestri, i due Metatroniani decisero di regredire alle conoscenze tecniche di quel pianeta ed iniziare la loro opera correttiva attraverso un blog, da cui avrebbero poi espanso la loro opera nel tempo, tanto quello non gli mancava, perchè su Metatron un anno equivaleva a 50 anni terrestri.

Per un errore nelle impostazioni delle coordinate spazio-temporali dell’astronave, i due, la prima volta finirono abbastanza indietro nel tempo, all’epoca dei faraoni.

Il buon Ysin quasi si fece ammazzare perchè, materializzatosi nelle stanze di Amenophi III, dandogli amichevoli pacche sulle spalle come tra colleghi, cercò di vendergli alcuni disegni di rosafante, cercando di convincerlo che fosse più potente del Dio Ra e che quindi stava sbagliando le sue strategie di marketing col popolo.

Olotacovva si rese conto che Ysin si stava un pò allargando, e cercò di dissuaderlo, ma egli con le sue affermazioni lapidarie, fece un certo effetto sul faraone il quale, non capendoci un cazzo, promise di convocare il gran sacerdote Minchiothep a cui avrebbe chiesto consulto leggendo le budella di Olotacovva in una casseruola che il malcapitato portava al posto delle mutande.

I due, giunta la notte, decisero saggiamente di non restare in quel luogo e corressero la rotta verso la Terra del 2015.

I due, sulla base delle nuove coordinate inserite, sbarcarono in Puglia in una calda mattinata di agosto, davanti all’abitazione di tale Niphus, un abitante di Orione che da circa sette secoli stava facendo una tesi e degli studi su quegli strambi terrestri.

Dopo aver provato la Germania ed i suoi Wurstel, l’Inghilterra ed i suoi pancakes, la Spagna e la sua paella, il saggio Niphus aveva deciso di stabilirsi in Puglia, rapito da un tegame di riso, patate e cozze al forno preparatogli da una procace indigena, tale Miss Tresso che lo aveva accolto dopo un viaggio di 15 anni luce allorquando era affamato come un puma e stava iniziando a mangiare cavi elettrici e bere cherosene.

Il suo dolce benvenuto (“Mò…ci cazz iè cuss?) gli suonò come una melodia e da allora il buon NIphus non ha più abbandonato le coste pugliesi a cui è ancora molto affezionato, ci si fa il bagno a mezzanotte con la cravatta, anche se continua a bere come un orioniano.

Il saggio Ysingrinus ed il fido Olotacovva svegliarono Niph con una tempesta di rutti e bestemmie mentali alle 3 di notte, per cui l’uomo centenario originario di Orione rispose in terrestre con una sfilza di contumelie da fare la permanente ad un levriero afghano.

Una volta chiarito l’equivoco si salutarono calorosamente e si diedero appuntamento al ristorante di tale Vinvivendus, altro emigrato dalla lontana galassia definita “Masterchef” a causa delle sue prelibatezze culinarie quali mazzancolle al plutonio ed arrosticini “supernova”, cotti alla luce di una nana gigante…

Dopo una ricca abbuffata di specialità intergalattiche, innaffiata da una damigiana di primitivo di Plutone, i due Metatroniani riferirono a Niphus delle preoccupazioni del consiglio dei saggi in ordine agli affari terrestri mentre Olotacovva faceva pure apprezzamenti sulla mise di Miss grattandosi la casseruola con noncuranza.

Il cibo ed il primitivo non permisero di prendere decisioni drastiche quella sera, per cui si decise soltanto di iniziare a sondare il terreno aprendo ognuno un suo blog, sulla base delle direttive ricevute, su cui sarebbero state selezionate alcune persone degne di promuovere una rivoluzione culturale sul pianeta Terra. Comunque il tempo non mancava e quella era ancora una missione esplorativa.

E così fu fatto, aggiornandosi ogni mese terrestre a casa di Miss che ogni volta deliziava i visitatori con la sua personale interpretazione di danze pugliesi in ciabatte e burqua, inframezzate da espressioni (“Auuuuzzzz”) di un personaggio locale, tale Leone di Lernia, del tutto sconosciuto ai nostri alieni…

Pare che i saggi di Metatron, al momento, siano seriamente preoccupati dalla piega che stanno prendendo gli eventi, non tanto per gli affari terrestri, ma per lo sbarellamento dei loro Metainviati, testimoniato dalle letture dei rispettivi blog, che hanno causato vari mancamenti negli anziani di quel pianeta che li seguono sotto mentite spoglie…

193 comments

    1. Misssss mi riposasssss un pò… ora sono nella casa di cura “Mamma Angela” con prescrizione medica di riso, patate e cozze 3 volte al dì…faccio fatica con la colazione, ma pare che faccia miracoli…ahahahah. Tu come stai dolce Miss?

      Mi piace

    1. Ciao Ivy…ma pensa che lo ignoravo del tutto…pensavo di averlo inventato questo nome… Ma adesso che me lo dici mi stai dando delle indicazioni incredibili a cui io stesso stento a credere…approfondirò l’argomento….grazie, anche per il tag….non sono molto bravo a dar seguito a queste cose, ma il pensiero è molto gradito…. 😘

      Liked by 1 persona

  1. Abitualmente bevo kerosene, ma credevo fosse un segreto. Me lo vedo Ysi che arriva svestito da marziano. Che bella compagnia. Dai che ci fermiamo nel 2015, dove si sta bene e ancora non c’è la fame nera.
    Grazie per avermi pensato, amico mio. Il tuo racconto e i commenti mi hanno fatto scompisciare dalle risate. Grazie !

    Liked by 2 people

      1. …ups che hai capito ció che ho pensato? Visto che è na fatica sta su metatron… Prima andiam li e cerchiam di non pensar… Poi andiam in tibet e ci rilassiam… Ce magnam le cozza (pure se non mi piacciono) e non pensiam!

        Liked by 1 persona

      2. Infatti il bello di Metatron è che non devi pensare…così ti rilassi… Poi per andare in Tibet c’è il teletrasporto da lì…ed hanno pure le cozze fresche…mi sa che Nico ha aperto un ristorantino anche lì…. 🙂

        Mi piace

      3. Nico ha business in ogni galassia… Hanno una bevanda che si chiama “scacciapensieri”…è simile al negroni e quando ne bevi uno, se passa qualcuno che ti sta sulle palle gli ridi in faccia… 🙂

        Mi piace

  2. Ce n’è abbastanza per un magnifico film di fantascienza (la mia passione). Di la verità, l’ispirazione ti è venuta leggendo la recente notizia del pianeta gemello, scoperto in questi ultimi giorni? Nel caso decidessi di partire per meta… meta che? Oddio non me lo ricordo più, dovrei salire in alto all’inizio dei commenti e sono tanti :)… ecco, caso mai, passa a prendermi che mi sono stancata di stare quaggiù! 🙂

    Liked by 1 persona

      1. Io lo incontro ancora in centro, compà…ed ogni volta 10 minuti di risate non me le leva nessuno….lo chiamo: “Leoneeeeeee” E lui: auuuuzzzz uè scurnacchiat… non si può capire…ahahahahahaha

        Liked by 1 persona

      1. Sono cari amici. E l’anno prossimo ci tocca quello degli altri carissimi amici. Credo che per non perdere l’abitudine festeggeremo ogni giorno da qui ad un anno… 😀

        Alla fine mi sa che so rimasta solo io zitella!

        Liked by 1 persona

      2. Io ho fatto outing con parenti ed amici…chiedo di non essere invitato se non vogliono che li odi…pensa che neanche a quello di mia cugina sono andato…l’unico che mi ha fottuto è stato mio cugino che mi ha convocato come testimone…li mi ha fregato… 🙂

        Mi piace

      3. Esatto…sò proprio allergico…li detesto, mi danno di mascherata…ed i più stressati sono proprio gli sposi…ma perché dico io? Sposatevi soli su una barchetta con Capitan Findus, relax e niente rompipalle….ma zia Ginetta la invitiamo? E Zio Carmelo? Maduuuuuu che palle! ahahaha

        Liked by 1 persona

      1. Oddio non mi posso esprimere sui due, che dio me ne scampi e liberi. Ragionavo sul fatto che per quanto si parli senza emettere suoni, sempre di parole trattasi. Quindi significato e significante. Livelli semantici e bla bla bla. Uguale….confusione, incomprensioni, uguale ancora: esseri umani. Sicuro che Metatron sia tanto meglio di qui?

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...